|  chi sono   |  link   |  libri   |  appuntamenti e dove   |  contatti   |  home  
|  tecniche trasformative   |  viaggi di trasformazione   |  dicono di noi   |  storie di successo   |  
 
   
         
 

Siamo anime in evoluzione

di Redazione - Camilla Ripani
17/06/2008

I periodi di crisi sono il preludio di una evoluzione a livello personale e, come ci spiega Manuela Maria Mancini in questa intervista, è importante imparare ad assecondare il cambiamento.

Come far sì che una crisi si trasformi in una opportunità di crescita ed evitare che ci abbatta?

In realtà la crisi è sempre un'opportunità di crescita : nasce da dentro di noi ed è in qualche modo una richiesta di cambiamento. L'anima, la nostra parte più evoluta e saggia, ci spinge sempre a trasformarci e ad evolvere, in questo contesto la crisi è semplicemente un momento di passaggio da una situazione presente o passata, non più adatta a noi, a una situazione nuova, più adatta alla nostra evoluzione.

Quando lasciamo il passato, con le sue certezze e i punti di riferimento costruiti durante il corso degli anni, andiamo in crisi perché non sappiamo cosa ci aspetterà, emerge in noi la paura del cambiamento , dell'ignoto e dell'imponderabile… temiamo di dover fare un salto nel buio. Insieme alla crisi sorgono momenti di confusione; spesso nei miei seminari spiego che si tratta proprio di una con-fusione cioè una fusione-con : nella confusione ci stiamo fondendo con qualcosa di nuovo , che non conosciamo ancora. Quando siamo nel controllo, nell'ego e nella stabilità, siamo sempre uguali a noi stessi, invece quando abbracciamo il nuovo e andiamo in confusione, stiamo abbracciando qualcosa in più, che prima non c'era… assecondando questo movimento, ci dirigiamo verso qualcosa che ci darà più soddisfazione, e vale per qualsiasi ambito.

Siamo anime in evoluzione, e come tali il cambiamento rappresenta qualcosa di positivo dove la crisi è un passaggio da celebrare e onorare, perché significa che stiamo crescendo e ci stiamo arricchendo. La vita, semplicemente, ci porta a continue crisi, a continue morti e rinascite. Per affrontare il passaggio della crisi e del cambiamento, secondo me è importante sospendere ogni giudizio, e cercare di lasciarsi andare al flusso della Vita, affidandosi a lei.

C'è invece chi oppone maggiore resistenza…

In questo caso c'è il rischio di trascinarsi dentro la crisi oltre il necessario, creando maggiore attrito e resistenza rispetto agli eventi che si hanno intorno. Questa lotta produce molto dolore e sfinimento, e non fa altro che esaurire le nostre risorse ed energie che invece andrebbero impiegate per affrontare il cambiamento, dove sono necessarie. E' sempre meglio andare con la corrente anziché combatterla.

Manuela, lei è operatrice TB e PMT: di cosa si tratta? Come si inserisce la crisi nell'ambito di queste due “tecniche”?

TB e PMT sono due tecniche di trasformazione che lavorano proprio sul cambiamento, favorendo l'evoluzione dell'individuo e la risoluzione della crisi.

TB significa Transformational Breath e si può definirla come una tecnica di auto-potenziamento, auto-guarigione e auto-trasformazione. Impiega un particolare modello di respiro: si respira dalla bocca con l'intenzione di portare il respiro nella pancia, e quindi, senza pausa tra inspirazione ed espirazione, si espira rilassando l'addome in modo molto rilassato e facile, come in un bel sospiro di sollievo. Questa tecnica è fantastica: imparando a inspirare impariamo a ricevere energia, amore e tutto quello che è il nostro massimo bene, e imparando a espirare in modo rilassato e dolce, impariamo a lasciare andare il vecchio e quanto non è più adatto a noi. In questo ciclo di inspirazione e respirazione impariamo ad assecondare il flusso della vita che è un eterno fluire circolare.

PMT significa Pyramidal Memories Transmutation cioè “trasmutazione delle memorie piramidali”. Si tratta di memorie dell'anima quindi memorie che hanno a che fare con la nostra evoluzione, di questa o altre vite, e che sono correlate a traumi, dolori, blocchi non risolti; grazie alla PMT vengono trasmutate cioè trasformate, elaborate in modo positivo dalla persona.

Come spiegato, la crisi rappresenta un momento di cambiamento cioè un momento in cui le energie bloccate devono essere rese disponibili e fluide. Quello che fanno sia TB sia la PMT è di individuare le energie bloccate dentro di noi (a livello del corpo fisico, di mente conscia e inconscia, di piano emozionale ed energetico-spirituale) e di portarle alla liberazione. Quando liberiamo i contenuti trattenuti dentro di noi, siamo vivi, in movimento e possiamo procedere verso un qualsiasi cambiamento, sicuri e fiduciosi che l'Universo ha sempre qualcosa di positivo in serbo per noi.

torna all'elenco


   
         
 
  Manuela Maria Mancini - web master Arianna Ottolia